L'intervista

Bentornata Simona.
Che effetto fa tornare a Radio Alba?

La prima cosa che mi viene in mente è 'emozione', la seconda 'nostalgia', anche se sono stata lontana dalla radio ci ho lasciato il cuore e la terza di conseguenza è 'felicità' perchè ci sto rientrando.

Come ricordi gli anni d'oro della radio, com'era il tuo programma?
Ognuno di noi era un jolly, non avevamo un programma specifico. La diretta dalle sette del mattino alle otto di sera era divisa in piu' turni di trasmissione. Il momento clou era tra le 16.30 e le 17.30 perchè andava in onda 'Profumi di Ricordi'. Ogni voce della radio ruotava nel corso della giornata. Ricordo con grande emozione le dirette dal Festival di Sanremo, il Rally di Montecarlo che seguivamo tutta la notte.
Invece nella nuova Radio Alba i programmi sono costruiti proprio partendo dallo stile e dalla personalità dello speaker.

Come sarà allora il tuo 'Sabato Simona'? Certamente una trasmissione che porta il tuo nome la senti molto piu' tua: ti appartiene. Porterò me stessa. Non c'è una Simona alla radio e una Simona nella vita. Sarò sempre pronta a mettermi in discussione. Se ci sarà qualcuno tra gli ascoltatori e i colleghi che avrà qualcosa da proporre, a parte Dieghito che ha idee troppo bizzare per me, lo seguirò con entusiasmo.

Chi è Simona



  • Genovese di nascita "langhetta" di adozione, Simona Giordano arriva per la prima volta a Radio Alba nel 1982 e ed è felicissima di rientrare in squadra in occasione del 40mo compleanno (e a proposito di squadra: Samp forever!). Un grande ritorno alla radio ogni sabato mattina in diretta alle 9 con il nuovo format 'Sabato Simona'.